Facebook e Whatsapp: barriere e limiti ai minori

Nei paesi dell’UE i giovani tra i 13 e i 15 anni potranno accedere a Facebook soltato con il consenso di un genitore o un tutore.

I social network sono oramai diventati il più grande veicolo di informazione mondiale. I recenti scandali riguardanti Facebook, hanno incrementato il livello di preoccupazione delle persone riguado la salvaguardia dei propri dati personali.

Ogni giorno attraverso la nostra interazione all’interno delle piattaforme social forniamo alle aziende moltissime informazioni che vengono utilizzate a scopo promozionale.

Verranno perciò introdotte norme per proteggere maggiormente gli utenti, soprattutto i più giovani che potranno usare una versione “limitata” del Social Network.

Novità assoluta sarà la necessita del consenso all’utilizzo di Facebook da parte dei genitori dei minori di 15 anni. Non sarà loro negata la possibilità di usare la piattaforma ma alcune azioni come l’espressione di ideologie religiose o politiche gli verranno proibite.

La preoccupazione più grande rimane sempre la possibilità che queste nuove normative possano essere infrante. I cambiamenti riguarderanno anche un altra piattaforma social di Zuckerberg ovvero WhatsApp, che verrà vietato ai minori di 16 anni.